Prodi fa promesse a tutti ma si tiene il tesoretto

Il presidente del Consiglio annuncia di aver raggiunto un accordo con i suoi due vice su come destinare «le maggiori risorse» di bilancio. Cinque punti, dagli statali alle pensioni. Le misure a cui verrà destinato il «tesoretto» (che è salito a 12 miliardi di euro) entreranno a far parte del Dpef (il documento di programmazione economica e finanziaria) che disegna il profilo dei conti pubblici su cui verrà elaborata la legge finanziaria. Però del 2008. In altre parole tutto è stato rinviato all’anno prossimo, primo gennaio 2008.