Prodi ferma il treno veloce, la Regione paga per studiarlo

Il governo toglie, la Regione dà. L’Esecutivo affossa il Terzo Valico? La giunta Burlando assegna consulenze per studiare come farlo. La denuncia è di Matteo Rosso, consigliere regionale di Forza Italia, la conferma arriva dall’assessore ai trasporti Luigi Merlo.
Ieri Rosso ha presentato un’interpellanza sui criteri dell’incarico, per 36 mila euro, affidato alla Isfort Spa per un’indagine sul corridoio ferroviario Genova-Rotterdam, segnalando come parte della maggioranza non sia favorevole alla realizzazione di nuove opere infrastrutturali e chiedendo alla giunta di giustificare l’importo, «forse troppo alto per cinque mesi di lavoro». Ha risposto l’assessore Merlo: «Si tratta di uno studio finanziato dalla Banca della Comunicazione che analizza approfonditamente le condizioni economiche che si possono realizzare costruendo il corridoio e che analizza i flussi di traffico sulle aree portuali di Anversa e Rotterdam. Si tratta di traffici in forte continua evoluzione che implicano competitività, ma anche possibili alleanze tra gli scali, un’occasione di grande importanza per la Liguria». Rosso ha replicato che «il progetto di Terzo Valico è stato annullato dal governo e quindi rimane il dubbio che il costo fosse eccessivo e lo studio inutile: oltre il danno anche la beffa».
Il tutto, segnala ancora il consigliere azzurro, nell’ambito di una politica di consulenze piuttosto, come dire, allegra, là dove altri 16750 euro sono stati spesi per la realizzazione, come da titolo della delibera, «delle attività di comunicazione previste nell'ambito del progetto Securmed - Interreg Iiib Medocc». Trattasi di attività quali seminari, conferenze, atelier, segnala il consigliere, che incalza: «Messe insieme, le due delibere cio costeranno 50mila euro. A fare da contorno nella seconda delibera è il compenso per i singoli incaricati: 620 euro al giorno per il Coordinatore del progetto, 530 euro al giorno per il ricercatore senior, 260 euro al giorno per il ricercatore Junior, 220 per altro ricercatore Junior e 175 per la segretaria. Lascio ai cittadini ogni considerazione in merito».