Prodi: "L'opposizione non può permettersi un no"

San Paolo (Brasile) - La politica italiana in Afghanistan è quella già delineata, ma in ogni caso cambiamenti sono sempre possibili e a decidere su questo sarà il Parlamento. A San Paolo del Brasile, il presidente del consiglio Romano Prodi risponde così ai giornalisti che gli chiedevano la posizione del governo sugli emendamenti che verranno presentati al decreto di rifinanziamento delle missioni militari all'estero. «Gli emendamenti li vedremo. La politica in Afghanistan è quella che abbiamo già delineato - ricorda Prodi - e sui cui ci siamo impegnati con i nostri alleati. Cambiamenti particolari sono sempre possibili, saranno discussi dal Parlamento». Poi Prodi torna sulla posizione dell'opposizione: «Faccio una domanda: come può l'opposizione permettersi di votare contro, quando ha votato a favore solo pochi giorni fa alla Camera?». Tornando così a invitare la Cdl a votare a favore del decreto legge che rifinanzia la missione in Afghanistan, domani all'esame del Senato.