Prodi, mano tesa all'opposizione "Superiamo insieme le tensioni"

<span class="xtesto_notizie">Il premier si dichiara disposto a dare il proprio contributo per il rasserenamento dei rapporti con l'opposizione. Ieri il Capo dello Stato si era detto <strong><a href="/a.pic1?ID=187522">&quot;preoccupato per lo
stato delle istituzioni&quot;</a></strong>, chiedendo a maggioranza e opposizione di
creare in parlamento &quot;un clima costruttivo&quot;</span>

Bruxelles - "Le preoccupazioni del presidente sono preoccupazioni serie. Già tante volte avevo osservato anche io con preoccupazione le tensioni esistenti". Da Bruxelles, il premier Romano Prodi commenta così l’allarme di Giorgio Napolitano sulle istituzioni, e assicura: "Io mi impegno e mi impegnerò il più possibile per ammorbidire la situazione e creare una prospettiva di scambi e cooperazione che sono sempre necessari per la gestione di un paese democratico".

"Pensioni, lavoriamo per l'accordo" "La trattativa sulle pensioni l’ho cominciata, l’ho aiutata, l’ho costruita, e spero proprio che la possiamo portare a termine". Quanto alla possibilità di raggiungere un accordo, "dipende dalla serietà con cui si lavora". Il premier commenta così lo stato della trattativa sulla riforma previdenziale che ieri ha visto un duro scontro tra il ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa e i sindacati. 

Nessuna risposta a Montezemolo "No non rispondo". Così il presidente del Consiglio, a Bruxelles per partecipare al summit Ue, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano se avesse qualcosa da commentare sulle dure critiche espresse dal presidente della Fiat Luca Cordero di Montezemolo al governo.