Prodi negozierà con Zapatero sul caso Autostrade-Abertis

Il premier italiano Romano Prodi approfitterebbe della visita ufficiale in Spagna, verso la metà di ottobre, per affrontare con il collega spagnolo José Luis Zapatero il tema della fusione Autostrade-Abertis e cercare una soluzione. Lo riporta il quotidiano spagnolo El Economista secondo il quale Prodi in occasione dell’incontro con il premier spagnolo potrebbe discutere «degli interessi comuni tra le società italiane e spagnole», tra cui Abertis e Autostrade. Secondo il quotidiano, che però non cita fonti, «cosciente che l’Europa potrebbe tirargli le orecchie, Romano Prodi avrebbe deciso di cercare altre soluzioni». La Commissione europea ha tempo fino al 22 settembre per prendere una decisione sull’operazione. «Noi dobbiamo assicurarci che tutto sia fatto nel pieno rispetto della legislazione comunitaria» ha detto nel pomeriggio Jonathan Todd, portavoce della Commissaria Ue alla Concorrenza Neelie Kroes. Todd ha poi ribadito, come aveva già dichiarato lo scorso 8 settembre riferendosi al caso E.On-Endesa, che «se gli Stati membri interpretano e risolvono in maniera bilaterale le questioni comunitarie, il mercato unico e l’Unione Europea rischiano di piombare nel caos». In quell’occasione, il portavoce aveva detto che «solo la Commissione può garantire in modo obiettivo il rispetto equo del diritto comunitario da parte di imprese e Paesi membri». Il titolo Autostrade a Piazza Affari ha guadagnato lo 0,21% a 23,32 euro.