Prodi ora ha paura: «Tasse, quanti errori»

Romano Prodi ammette: «Non è stato un errore, ma uno sbaglio di comunicazione». E di quello «sbaglio», che gran confusione ha innescato sulle intenzioni fiscali del centrosinistra, si assume la responsabilità, in condominio con Fausto Bertinotti: «Abbiamo dato risposte d’istinto». E così son venute fuori quelle due cifre, 180mila euro per il leader di Rifondazione, 250mila per il candidato premier. Cifre entrambe sbagliate, si auto-boccia il Professore. Sulla casa Berlusconi è pronto ad annunciare un nuovo piano che darà a un milione di italiani la possibilità di poterla acquistare.