«Prodi riferisca al Parlamento»

Sul caso Italtel sono ieri intervenuti anche gli azzurri Sandro Bondi e Fabrizio Cicchitto, con un attacco a Prodi: «Invece di nascondersi dietro il paravento del sottosegretario Riccardo Levi, che nel dicembre scorso si è presentato alla Camera sostenendo che l'Iri era stato semplice spettatore nella cessione dell'Italtel alla Siemens, Romano Prodi dovrebbe smettere di disprezzare il Parlamento, facendo chiarezza sulle tante zone d'ombra che costellano l'ennesima svendita di beni dello Stato da parte dell'ex presidente dell'Iri, dopo quella consumata della Cirio-Bertolli-De Rica e quella fallita della Sme». Ciò che è più grave, sostengono «è che, leggendo le dichiarazioni di Biagio Agnes, ex presidente della Stet, che era controllata dall'Iri e a sua volta controllava l'Italtel, era naturale che Prodi avesse avuto un ruolo straordinariamente attivo».