Prodi taglia: via da Linate l’elisoccorso

I tagli alla Difesa, imposti dal governo con la Finanziaria, non risparmiano la squadriglia Collegamenti e Soccorso dell’Aeronautica militare di Linate. Il Corpo, responsabile del servizio ricerca e soccorso, chiuderà. I mezzi - elicotteri, aerei e gommoni - saranno blindati e mandati in Afghanistan. La squadra, fondata nel 1948, interviene in qualunque situazione di emergenza, 24 ore su 24, in ogni condizione meteorologica. Innumerevoli le missioni in tutto il Paese: terremoto in Irpinia nel 1980, alluvioni in Valtellina, Valformazza e Valbrembana nel 1987, inondazione in Piemonte nel 1994, in Versilia e Carnia nel 1996 e a Sarno nel 1998. La squadriglia ha, inoltre, prestato i primi soccorsi in occasione dello schianto di un piccolo aereo contro il Pirellone nel 2002.
Numerosi anche gli interventi per aiutare gli alpinisti bloccati in montagna, per cercare persone disperse e per trasportare gli organi pronti per essere trapiantati. «Senza il Sar - commenta un componente della squadriglia - la Protezione Civile del Nord Italia rimarrebbe sguarnita di un importante tassello».