Prodotti flessibili, convenienti e soprattutto «anti-stress»

Come già illustrato qui sopra, nell’intervista di Maurizio Giglioli, direttore marketing retail del gruppo Credem, negli ultimi mesi la gamma prodotti proposta dalla banca si è arricchita di soluzioni in linea con le nuove richieste del mercato, orientate alla flessibilità. «É sempre basso. Ora ha anche un tetto». Questo lo slogan con cui Credem in questi giorni è presente nelle filiali di molte piazze bancarie italiane. L’oggetto sottinteso, ovviamente, è il tasso.
A fianco di «Bello Basso», la promozione che prevede lo spread a partire da 0,95%, è stata lanciata una nuova proposta relativa al tasso variabile protetto con cap. Il mutuo Tasso Variabile Protetto (Mutuo Cap) risponde alla necessità delle famiglie italiane che desiderano sfruttare i vantaggi derivanti dall'attuale situazione dei tassi a breve, eccezionalmente bassi (importo della rata contenuto), proteggendosi da eventuali rialzi dell’Euribor, il principale parametro di riferimento per il tasso variabile. Un’offerta fatta di flessibilità, rassicurazione e prezzi competitivi: Mutuo con Cap a partire da 5,40% e spread a condizioni vantaggiose, a partire da 1,40%.
Una strategia commerciale che partendo dall’attuale contesto di mercato, punta a proporre al cliente un prodotto flessibile, conveniente e indirizzato a soddisfare di quel bisogno di tranquillità oggi principale punto di attenzione per la clientela.
Sul fronte dei prestiti, un’opportunità per i lavoratori dipendenti e i pensionati è data dai finanziamenti contro cessione del quinto dello stipendio, per i quali le rate vengono direttamente pagate dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico, trattenendo direttamente dallo stipendio o dalla pensione l’importo dovuto. Per questa forma di finanziamento è prevista una copertura assicurativa completa.