La produzione industriale sale del 4,3%

da Milano

La produzione industriale nell’Eurozona è diminuita dello 0,1% a giugno rispetto al mese precedente, ma è aumentata del 4,3% tendenziale. Lo rivela Eurostat, l'ufficio di statistica dell'Ue, che a maggio aveva indicato un incremento dell'1,8%, dopo un calo dello 0,7% ad aprile. Il dato infatti ha colto di sorpresa gli analisti, che scommettevano su una situazione immutata rispetto al mese precedente. Eurostat ha rivisto anche il dato di maggio correggendo la variazione mensile a più 1,8% da più 1,6% e portando quella annuale a più 5,2% da più 4,9%. Su base annuale, comunque, la produzione industriale è aumentata a giugno del 4,3% (rispetto al giugno 2005) in Eurolandia e del 4% nell'Ue-25. In Italia, sono stati registrati incrementi dello 0,1% su base mensile (più 0,9% a maggio) e del 3,6% su base annuale (più 2,8% a maggio). Quanto ai singoli settori, la produzione di beni intermedi è aumentata a giugno (rispetto a maggio) dello 0,1% nella zona euro e dello 0,3% nell'Ue-25. I beni al consumo non durevoli sono diminuiti (sempre su base mensile) dello 0,2% in entrambe le aree, mentre i beni di investimento hanno registrato flessioni rispettivamente dello 0,9% e dello 0,8%. Allo stesso tempo, i beni di consumo durevoli sono scesi rispettivamente dell'1,5% e dello 0,9%. La produzione di energia è aumentata del 3% in Eurolandia e del 2,4% nell'Ue-25.