Produzione industriale, a settembre giù del 5,3% E' il dato peggiore dal '90

Si tratta, mese su mese, della variazione congiunturale peggiore dal 1990. Ma nel terzo trimestre si registra un aumento del 4%. Male beni di consumo, beni strumentali ed energia<br />

Roma - La produzione industriale di settembre è scesa del 5,3% rispetto ad agosto e del 15,7%, dato corretto per gli effetti di calendario, rispetto al settembre 2008. Lo comunica l’Istat precisando che è il calo congiunturale peggiore dall’inizio delle serie. Nei primi nove mesi dell’anno la produzione è scesa rispetto allo stesso periodo del 2008 del 20,3% sulla base dei dati corretti per gli effetti di calendario e del 20,5% sulla base dei dati grezzi.

Bene luglio e agosto Nel terzo trimestre la produzione è cresciuta del 4% rispetto al trimestre precedente grazie al buon andamento della produzione registrata a luglio (+1,9% congiunturale) e agosto (+5,8% congiunturale). A settembre la produzione dei beni di consumo registra un -4,1 congiunturale e un -5,5% tendenziale, mentre quella dei beni strumentali registra un -5,6% congiunturale e un -20,4% tendenziale.

Beni intermedi La produzione dei beni intermedi segna un calo del 7,9% e del 21,2% su settembre 2008, mentre quella dell’energia segna un calo del 3,9% su agosto e del 10,5% sull’anno. Vanno in controtendenza rispetto al forte calo congiunturale gli alimentari (+0,6% su agosto, +0,2 su settembre 2008) e la farmaceutica (+6,7% su agosto, +5,9% sull’anno).

Metallo Torna a calare la produzione dei prodotti in metallo (-13,3% su agosto, -25,2% sull’anno) e dei mezzi di trasporto (-9,5% su agosto, -20,2% nell’anno). Nei primi nove mesi dell’anno ha sofferto soprattutto la metallurgia (-32,1%) e la fabbricazione di macchinari e attrezzature (-31,8%).

Auto Gli autoveicoli nei primi nove mesi dell’anno hanno registrato un calo del 29% sulla base del dato grezzo e del 29,5% sulla base del dato corretto per gli effetti di calendario.