Produzione salita del 16,7% Tira l’export

È cresciuta del 16,7% la produzione di macchine utensili italiane, sopra le previsioni, trainata da una forte domanda dall’estero, dalla Germania soprattutto, ma anche da una robusta attività del mercato domestico. Il preconsuntivo per il 2007 è fornito dall’Ucimu, l’associazione che raccoglie circa il 70% delle imprese italiane produttrici di macchine utensili, il cui volume d’affari costituisce a sua volta un quinto dell’intero panorama italiano dell’industria meccanica strumentale. Nel 2006 la produzione era cresciuta del 15,9% dopo un modesto +4,3% nel 2005 e per il 2007 le previsioni di metà anno erano per un rialzo dell’11 per cento. «La produzione quest’anno è stata davvero soddisfacente, come non la si vedeva dalla fine degli anni Novanta - ha detto Alberto Taccherella, presidente dell’associazione -, per l’anno prossimo mi aspetto un assestamento della produzione che vediamo crescere comunque a un tasso del 12,3%». L’export ha visto un aumento del 16% quest’anno dopo il 17,7% del 2006.