IL PROF OMICIDA Scattone: «Pronto a lasciare la scuola di Marta Russo»

I prossimi giorni potrebbero essere decisivi per il futuro professionale di Giovanni Scattone. Il polverone alzato dalla sua nomina a supplente di Storia e Filosofia nel liceo che fu di Marta Russo non si è placato, tanto che lo stesso insegnante si è detto disponibile ad andarsene pur ammettendo di non sapere che quello era un tempo il liceo frequentato dalla studentessa uccisa da un colpo di pistola mentre passeggiava nei viali dell’università La Sapienza, il 9 maggio del ’97. L’ex assistente universitario, che ha scontato la pena di 5 anni e 4 mesi per l’omicidio della studentessa, da settembre insegna 9 ore alla settimana nel centralissimo liceo romano Cavour, quello dove si diplomò Marta Russo prima di iscriversi al Giurisprudenza. La sentenza della Cassazione del 2003 ha eliminato l’interdizione dai pubblici uffici e, dunque, per legge, nulla vieta a Scattone di insegnare.