Il prof «randella»? Per scoprirlo basta un clic

Pubblicate indiscrezioni sulle materie preferite

«Scheda il tuo prof e ti ricarichi il cellulare!». Con questo slogan il sito Internet www.studenti.it è riuscito, in solo un paio di settimane, a raccogliere e pubblicare oltre 14mila recensioni dei professori che comporranno le prossime commissioni degli esami di maturità.
Al grido di «dai i voti ai prof e scopri le domande che ama fare il tuo commissario esterno», migliaia di studenti di tutta Italia hanno inviato le loro valutazioni sotto forma di stellette, da una a cinque, per giudicare severità, formalità, puntualità, chiarezza e disponibilità dei loro insegnanti delle superiori, insieme alle indicazioni degli argomenti preferiti.
Per ogni scheda approvata dalla redazione del sito, lo studente riceve dei crediti, non formativi, ma convertibili in ricariche telefoniche.
In questo modo tutti possono scoprire, ad esempio, che uno dei commissari esterni assegnati al liceo classico Berchet di Milano è poco severo e formale (2 stellette su 5), è piuttosto puntuale (4 su 5), è mediamente disponibile (3 su 5), sa bene la sua materia, l’italiano, ma non si capisce un tubo quando spiega (chiarezza: 1 su 5) e, infine, che i suoi «pallini» sono Leopardi, Dante e Sant’Agostino.
A questo punto, ai tremebondi esaminandi di quella commissione non resta altro che ripassare da cima a fondo i tre autori indicati, senza però dimenticare il famigerato prof Martinelli-Faletti, la carogna di «Notte prima degli esami» (il fortunato film di Fausto Brizzi sui giovani alle prese con la maturità) che, dopo avere consigliato al suo allievo preferito, Molinari-Vaporidis, di prepararsi bene su Leopardi poi lo interroga su Carducci.
Mai fidarsi dei professori… e men che meno di Internet.