«È il Professore che turba i mercati non il premier»

S’inalbera, Romano Prodi, per l’allarme lanciato dal premier sul rischio che corrono i possessori di Bot e Cct. Paventare tasse retroattive sui titoli di Stato, sostiene il leader dell’Unione, equivale a turbare i mercati. Un’uscita che viene prontamente rintuzzata da Paolo Bonaiuti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e portavoce di Silvio Berlusconi. «I mercati - sostiene Bonaiuti - li turba chi progetta di tassare Bot e Cct e non chi, come Berlusconi, denuncia la manovra contro i risparmiatori». Che poi rimbecca il Professore anche sui fatti di martedì sera a Genova: «Altro che insulti, come dice Prodi. Ci sono stati a Genova, come a Milano, attacchi alle forze dell’ordine documentati dalle immagini tv e i no-global, i disobbedienti e i centri sociali non sono certo nostri alleati». In tema di contestazioni, sia pur di tutt’altro tenore, il presidente del Consiglio incassa anche la solidarietà dell’ex ministro Maurizio Gasparri (An). Che a proposito della riunione confindustriale di Vicenza afferma: «I veri imprenditori sono quelli che hanno applaudito la politica del governo. Quelli che la criticano sono francamente anche loro impegnati in politica».