«La Profezia di Celestino» apre il Sipario Strappato

Una piccola realtà che si è sempre impegnata nella diffusione della cultura teatrale come valida alternativa ai centri cittadini quella del Sipario Stappato, che sotto la direzione artistica di Lazzaro Calcagno è nata nel 1992 facendo di Arenzano un palcoscenico innovativo per chi ama far spettacolo. Calcagno, che alle sue spalle ha la preparazione come attore del Teatro Stabile di Genova, ci tiene a vantare il percorso del suo teatro che in questi diciott’anni è senz’altro cresciuto tanto che il Giornale dello Spettacolo lo annovera tra i 200 teatri più significativi in Italia ed il secondo nella categoria sotto i 100 posti. Indubbiamente un traguardo importante che lo inorgoglisce e gli dà quella forza per continuare a credere che malgrado le difficoltà di cui tutti si è al corrente, gli operatori culturali sentono forte l'esigenza di riappropriarsi della propria identità e di quella dignità per cui svolgono con tanta passione il loro lavoro. «Noi vogliamo esserci, dice Calcagno, tentare di rieducare al bello, per riconoscerlo e difenderlo, facendo innovazione. Innovazione vuol dire realtà e realtà vuol dire verità, non virtualità. Ritornare al teatro come fenomeno sociale da tener vivo e alimentare». Non c’è dubbio che sia il Comune di Arenzano sia la Provincia di Genova hanno creduto nel suo progetto essendogli accanto fino ad oggi: questa Stagione 2010-11 si dimostra capace di offrire al pubblico ben 28 spettacoli che spaziano dalla danza al teatro dialettale non dimenticando di salvaguardare anche il grande teatro di tradizione. Le compagnie sono tutte giovani come giovani sono le idee, i testi e gli attori, perché questa è la vocazione del Sipario Stappato, dare spazio a nuove energie che sul palcoscenico del bellissimo e prezioso Teatro Piccolo trovino l'opportunità di farsi conoscere e nello stesso tempo di crescere. Ed ecco che a cartellone troviamo i Nim (Neuroni in Movimento) che il 29 gennaio porteranno in scena Orphans di Dennis Kelly, mentre il Tam Tam Teatro di Fabrizio Mattini venerdì 7 e sabato 8 gennaio presenterà Cechov in tre atti, in occasione del 150° anniversario della nascita del grande drammaturgo. I Controversi presenteranno Zucchero quanto? in data 18 e 19 febbraio e torneranno il 18 e 19 marzo con Variazioni enigmatiche. Il debutto del nuovo spettacolo produzione de Il Sipario Strappato sarà il prossimo novembre, dal 18 al 20, si intitola La Camera ed è tratto dal romanzo di Simenon La camera azzurra. Regia a quattro mani di Calcagno e Massimo Olcese, che sarà anche attore assieme a Susanna Gozzetti ed Enzo Paci. Grande spazio alla danza che quest'anno ha visto sorgere anche una compagnia interna, Il Sipario Strappato Ballet, diretta dall'insegnante e coreografa Maurizia Lettere. A lei il compito di aprire la Stagione ieri sera con La profezia di Celestino ispirato al bestseller di James Redfield, che va in scena anche oggi, lo spettacolo sarà ripreso anche a novembre. Altri appuntamenti con la danza sono a dicembre con Il Balletto di Liguria di Carlo Torre che presenterà i suoi Carmina Burana, mentre a marzo ci sarà il Gruppo Palcoscenico Varazze di Giovanna Badano con Il piccolo principe.