Profondo rosso per 4,3 miliardi a settembre

Dopo un agosto positivo, settembre torna in profondo rosso per la raccolta dei fondi comuni, che è stata negativa per 4,3 miliardi. Il patrimonio dell’industria sembra però non accusare gli abbondanti prelievi e si ferma sopra la quota dei 604 miliardi. Azionari, bilanciati, obbligazionari e liquidità, sono queste le quattro categorie protagoniste dei deflussi. Due tipologie di prodotti sembrano continuare indisturbate la loro corsa in territorio positivo; si tratta dei fondi flessibile e dei fondi hedge, che sono in attivo dall’inizio dell'anno.
Nel corso del mese i fondi flessibili raccolgono più di mezzo miliardo (530 milioni) e si collocano così in testa alla classifica dei prodotti. Il patrimonio di questa categoria, che dall’inizio dell’anno ha avuto flussi positivi per 18,7 miliardi, è ora di 48,1 miliardi. I fondi hedge si posizionano al secondo posto e mettono a segno una raccolta di oltre 229 milioni. La categoria, che vanta ora un patrimonio gestito di 27 miliardi, ha raccolto in 9 mesi più di 5 miliardi. Già a partire dalla terza posizione si passa al segno meno. I fondi di liquidità, protagonisti di un exploit che lo scorso mese gli ha permesso di raccogliere circa 1,2 miliardi, sono ora in passivo di 271 milioni; il patrimonio accusa i disinvestimenti e si colloca a 84,3 miliardi. I prodotti bilanciati seguono a ruota con i deflussi che, in aumento rispetto al mese scorso, sono pari a 345 milioni. Il patrimonio della categoria è di 44,7 miliardi. I prodotti azionari, che lo scorso mese erano tornati in positivo, perdono 858 milioni di investimenti. Non si arresta l’emorragia dei fondi obbligazionari che occupano ancora una volta l’ultima posizione della classifica e in un solo mese perdono 3,6 miliardi: la categoria si presenta oggi con asset in calo e pari a 248,3 miliardi.
I fondi italiani, dopo il ritorno in territorio positivo avvenuto lo scorso mese, perdono oltre 3,2 miliardi e il patrimonio, in calo, è di 375 miliardi. I fondi roundtrip perdono 820 milioni, 194,5 miliardi è il valore del patrimonio a settembre. Anche i fondi esteri subiscono i deflussi, per loro disinvestimenti pari a 280 milioni.