Profughi, allarme igienico nell'hub in Centrale

Casi di scabbia e varicella. I tecnici dell'Ats: «Situazione insostenibile»

Comune e Regione stavolta sono d'accordo: il centro profughi di via Sammartini è al collasso e il governo deve intervenire. La capienza dell'hub è stata letteralmente stravolta: nonostante siano 160 i posti disponibili, ieri un sopralluogo dell'Ats (Azienda territoriale sanitaria) della Città Metropolitana ha verificato che le presenze sono al momento addirittura 730, il numero massimo dalla sua costituzione.

Di conseguenza anche la situazione igienico-sanitaria è diventata insostenibile. Le criticità infatti si sono acuite e il sovraffollamento rende assolutamente ingestibile - come ha scritto ieri in una nota l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, «il controllo delle malattie infettive, come scabbia e varicella».