Profumo ammette qualche rischio nell’Est Europa

La situazione dei Paesi dell’Europa dell’Est ha creato qualche preoccupazione per Unicredit che, tuttavia, sta gestendo «il rischio in modo dinamico», ha spiegato l’amministratore delegato della superbanca, Alessandro Profumo. «L’industria finanziaria - ha aggiunto Profumo nel corso di un convegno a Londra - è legata alla crescita del pil, il rischio specifico ha creato qualche preoccupazione. In alcuni casi siamo esposti, in altri abbiamo ridotto l’esposizione». «Noi abbiamo una presenza significativa nell’Europa Orientale. Ora questo modello è sfidato dagli approcci nazionalistici dei singoli Stati; penso ancora che un’ulteriore integrazione europea sia la soluzione giusta anche per differenziare il nostro rischio», ha concluso il banchiere.