Profumo dice no alla quota Nasdaq

da Cernobbio (Co)

«Non ci interessa» la quota azionaria del London Stock Exchange messa in vendita dal Nasdaq. Lo ha dichiarato ieri all’agenzia Radiocor l’amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, al termine della giornata di lavori al workshop Ambrosetti. Il Nasdaq ha deciso di vendere dopo la fusione tra Londra e Milano, e possiede poco più del 30% del capitale della borsa londinese. Quota destinata a diluirsi al 22% dopo la fusione con Borsa Italiana. Ma il Nasdaq ha fatto sapere che cercherà di vendere le azioni entro metà settembre, prima cioè che si compia l’integrazione con Borsa Italiana, prevista entro ottobre e in seguito alla quale il mercato Usa ha deciso di uscire dal capitale dell’Lse. Unicredit avrà il 5,6% della nuova società.