Profumo, fusione senza problemi

Unicredit-Capitalia

«Non mi sembra ci sia alcun motivo per essere agitati». Lo ha detto l’amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, circa la fusione Unicredit-Capitalia e in riferimento alle preoccupazioni espresse da Sanpaolo Intesa. «Abbiamo fatto una serie di passaggi estremamente importanti - ha sottolineato Profumo - perché abbiamo deciso di cedere una delle due quote che il gruppo assieme avrebbe avuto in Mediobanca. E avremo potuto non farlo». E per gli esuberi si vedrà a fusione ultimata. «Non abbiamo nessuna ambizione di avere il potere su chicchessia. Abbiamo una grande responsabilità sociale». Ieri, secondo i dati Consob, Profumo ha comprato 500mila azioni a 6,815 euro per un controvalore di 3,4 milioni.