Profumo: «Il peggio è già alle spalle»

Unicredit mantiene alta la guardia, ma ritiene che il peggio delle crisi dei mercati legata ai mutui subprime sia passato. Malgrado i problemi finanziari accusati dai big del credito americano e la corsa dell’inflazione in Europa, l’amministratore delegato Alessandro Profumo si mostra ottimista sull’evoluzione del quadro economico internazionale. «La guardia è alta dappertutto come lo era ieri, lo è oggi e lo sarà domani. Secondo noi il peggio è dietro le spalle, dopodiché tutti quanti continuano ad avere una grande attenzione», ha proseguito l’ad della più europea delle banche italiane all’indomani dell’invito rivolto alle banche dal governatore di Bankitalia, Mario Draghi. In particolare mercoledì, intervenendo ad Amsterdam alla Foreign bankers association, Draghi aveva sostenuto che «siamo ancora sul filo del rasoio» e ha consigliato alle banche di «non abbassare la guardia» perché le cose «potrebbero ancora peggiorare».