Il progetto «Borgo Diffuso» miglior business plan 2006

Premio a lavoro di team e fantasia imprenditoriale

da Milano

Un premio al lavoro di team e alla fantasia imprenditoriale. È questo il significato della vittoria di Maria Maddalena Bucci, 29 anni, di Serracapriola (Foggia), «capitana» di una squadra di giovani manager, nella Bbp Competition per il miglior business plan italiano del 2006, proclamata dalla Junior Chamber Italiana a Milano e ora finalista per il concorso internazionale a Seul. «È una competizione nata nel 2001 - spiega il presidente della Jci, Luca Milani - e per la prima volta presente in Italia. Nostra intenzione è promuovere lo spirito imprenditoriale dei giovani - oltre al Bbp, c’è anche il Cyea (Creative young entrepreneurs award) - e dare visibilità alle loro idee. Come quella di Maria Maddalena Bucci con il progetto “Borgo Diffuso”».
È lei stessa a raccontare come è nata l’idea: «Volevamo rilanciare il nostro borgo storico afflitto dal problema dello spopolamento. La ricetta tipica, marketing, un po’ di beni culturali e prodotti tipici, non faceva per noi. Ci ha invece affascinato un modello già sperimentato all’estero: l’albergo diffuso, dove le camere sono dislocate in più edifici, con un ufficio centrale che raccoglie le prenotazioni e si occupa dell’accoglienza, a costi competitivi. E in questo progetto abbiamo coinvolto la gente del territorio. Abbiamo raccolto i primi finanziamenti. A Seul presentemo il progetto a delegati di oltre 100 nazioni».