Il progetto Ecco come diventare «Cittadini del porto»

Una trentina di schermi, piccoli e grandi, che raccontano «in diretta» la vita del porto con collegamenti con la torre di controllo della Capitaneria, le cartine geografiche, le operazioni di carico e scarico merci e il lavoro dei camalli. Una mezza dozzina di animatori qualificati del Festival della Scienza che assistono i visitatori grandi e piccini. Un battello da 300 posti dedicato alle visite degli studenti del mare per il progetto «Cittadini del porto». Dieci laboratori didattici e 5 percorsi di approfondimento realizzati da ricercatori del Cnr. Tutto realizzato in nove mesi e con un investimento di 550mila euro. È stato inaugurato ieri mattina ai Magazzini del Cotone il Genoa Port Center, primo terminal della conoscenza finalizzato alla presentazione al pubblico dell'affascinante realtà portuale genovese. Alla cerimonia hanno partecipato il presidente della Provincia Alessandro Repetto, dell'Autorità Portuale Luigi Merlo, di Porto Antico Genova Ariel Dello Strologo, il Comandante del Porto ammiraglio Fernando Lolli e il magnifico rettore dell'ateneo genovese Giacomo De Ferrari.
«Non si tratta soltanto - spiega Repetto - di uno spazio espositivo per residenti e turisti. In questo progetto vengono soprattutto valorizzate le imprese, le professioni, i valori e le tecnologie della portualità genovese che è una delle più avanzate al mondo». «In pochissimo tempo - aggiunge Merlo - abbiamo realizzato questa iniziativa che è la prima del genere in un porto del Mediterraneo. Si tratta di un'altra opera che tende all'apertura del porto verso la città». Il Genoa Port Center è grande 500 metri quadrati. Nello spazio espositivo ci sono simulatori di navigazione e viene spiegato come funziona tutta l'attività portuale. Tanto che vengono simulati pure gli arrivi e le partenze delle grandi navi attimo per attimo. Su mappe telematiche, inoltre, si possono seguire, praticamente come se si fosse dal vivo, le rotte dei traffici e i percorsi delle merci dai paesi d'origine fino al capoluogo ligure e poi, dalle aree retroportuali alle sedi di lavorazione, per tornare nuovamente al porto per la distribuzione dei prodotti. L'attività del Genoa Port Center prosegue anche fuori dai Magazzini del Cotone con il progetto del battello «Cittadini del porto». Un'interessante escursione didattica promossa dalla provincia e dalla Fondazione Carige che permette ai visitatori di approfondire i temi trattati sugli schermi espositivi. Ingresso gratuito per tutti fino a fine anno. Dal 2010 ticket da 7 euro eccetto che per gli studenti delle scuole convenzionate.