Al via il progetto per riqualificare l’area di Quinto

I commercianti e i residenti di uno dei più bei salotti del levante genovese, capitanati dal Consorzio «Quinto al mare», ce l'hanno fatta, ed entro la fine dell'anno potranno vedere i risultati della loro lunga battaglia. A settembre inizieranno i lavori per la riqualificazione di via Quinto e via Gianelli. Prenderà così forma il progetto presentato dal Civ, (centro integrato di via), più di un anno fa. Via libera da parte della circoscrizione e degli enti locali per apportare alcune importanti modifiche nella trafficata area affacciata sul mare.
«Il progetto di riqualificazione ambientale del quartiere - spiega il presidente del Civ, Dario Di Giorgi -, è stato finanziato con il contributo della legge 14/98 della Regione Liguria, e prevede il rifacimento della piazza sul mare attraverso la creazione di una zona pedonale con panchine e alberi, per dare la possibilità di avere punti d'ombra ristoratori per bambini e anziani. Ma c'è di più, perché nel progetto è compreso anche un ampliamento del manto stradale e una valorizzazione dell'area sotto il livello della strada all'altezza del civico 30, con la realizzazione di una rampa per persone disabili, che consenta di raggiungere comodamente gli esercizi commerciali. Si metterà mano anche alle utenze e sottoutenze e all'illuminazione».
Insomma, sembrerebbe non mancare nulla, e da settembre residenti e commercianti potranno vedere sotto i propri occhi il loro quartiere rifarsi finalmente il trucco.
«Per mettere in pratica il progetto - continua Di Giorgi -, i negozianti hanno avuto il sostegno e la partecipazione di moltissimi abitanti del quartiere che si sono sentiti coinvolti».
Non sono ancora partiti i lavori, che il Consorzio di «Quinto al Mare» pensa già al futuro. «Vogliamo una piscina!», gridano a gran voce i residenti della zona. Il presidente del Civ conferma che un progetto è già pronto, e prevede la realizzazione tramite project financing di una piscina per la pallanuoto di misura 33x20 in piazzale Rusca, la costruzione di un'autorimessa interrata e di una passeggiata attrezzata con campi da bocce.
«Le istituzioni da sempre poco attente alle necessità e alle esigenze del quartiere - commenta Di Giorgi -, hanno nel corso degli anni bocciato i progetti precedenti che prevedevano la realizzazione della piscina nell'area dell'ex tiro al Piccione prima, e nei giardini di via Gianelli poi. Ma ora sta nascendo l'interesse per questo nuovo progetto in piazzale Rusca sotto la nostra spinta e quella del Comitato dei genitori di Quinto».
La Regione ha già stanziato un milione di euro, mentre la circoscrizione e il Coni provinciale hanno già espresso parere favorevole sul nuovo progetto. A questo punto manca solo l' ok del Comune e della Provincia e poi, per gli abitanti di Quinto, si potrà realizzare un nuovo sogno.