IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE

Sono partiti i lavori di demolizione dei fabbricati del vicolo di Castillia dove sorgerà il nuovo quartiere Isola Lunetta, su progetto di Stefano Boeri. Avventura immobiliare firmata dal gruppo Hines Italia che va a integrarsi, come i tasselli di un puzzle ormai completo, al più ampio progetto di riqualificazione dell’area Garibaldi-Repubblica-Isola-Varesine che interesserà complessivamente un’area di 250mila metri quadrati. Il quartiere, dove sorgeranno il nuovo palazzo delle Regione, gli uffici del Comune, edifici residenziali, 1.600 metri quadrati di spazi pubblici complessivi, sarà ultimato nel 2012.
All’Isola i lavori sono già cominciati, con il restauro della palazzina Liberty di via De Castillia 28, che ospiterà, dalla prossima primavera, la fondazione Riccardo Catella, che sarà inaugurata con la lettura di alcuni racconti ambientati proprio all’Isola dello scrittore Luca Doninelli. Costruito alla fine dell’Ottocento, lo stabile è parte della storia del quartiere: inizialmente adibito a deposito ferroviario, nel Novecento è stato trasformato in set cinematografico e in laboratorio d’arte contemporanea. In primavera diventerà un centro culturale: oltre alla fondazione, dedicata all’imprenditore scomparso nel 2005, infatti, la palazzina Liberty ospiterà dibattiti, mostre, spettacoli. Scopo della fondazione la promozione di iniziative legate allo sviluppo del territorio, con particolare attenzione all’archittetura, ai rapporti verde e spazio pubblico, storia e tradizioni, cultura e design. Ecco perché tra i partner istituzionali vanta Triennale, Politecnico, Saint Mary’s University di San Antonio, Texas e Fondazione Cariplo.
Atteso per la prossima primavera anche il giardino pubblico attrezzato con tanto di rete wireless e bocciofila, come è stato richiesto dal quartiere, e che diventerà parte del futuro parco “Biblioteca degli Alberi”, firmato dallo studio Land. Appuntamento ad aprile con 7.500 metri quadrati di verde, dai 3.800 attuali, destinati a moltiplicarsi fino a raggiungere i 62mila, candidandosi a diventare il terzo polmone verde della città. Non solo, 1.600 metri di percorso pedonale collegheranno Corso Como a piazza della Repubblica. La zona, inoltre, sarà servita da cinque fermate della metropolitana e dal passante ferroviario, oltre che dai trasporti di superficie e dalla stazione Garibaldi. Non solo, il progetto prevede anche la creazione di 4mila posti auto.
Recupero e valorizzazione sono le parole d’ordine del gruppo Hines, che si propone anche di riqualificare, sempre in via De Castillia, l’ex fabbrica di saponi e di costruire la nuova Stecca degli artigiani, realtà cara ai residenti della zona. Sono stati proprio i 150 incontri - destinati a proseguire - con il consiglio di zona 9, artigiani, artisti, residenti, associazioni a portare all’attuale progetto, approvato in commissione edilizia il 12 aprile scorso, e adesso disponibile anche online (www.isolalunetta.com) dove è anche possibile inviare domande, osservazioni, commenti.