«È un programma anacronistico»

Quale Commissario Metropolitano di Forza Italia, desidero intervenire sulla proposta di legge Regionale presentata da Rifondazione Comunista in materia di abitazioni: si tratta, tra l’altro, di una proposta già contenuta nei programmi di alcune forza politiche che sostennero la candidatura alle elezioni regionali di Burlando. Forza Italia, infatti, è assolutamente contraria ad ogni tentativo di attacco alla proprietà privata che, come già dichiarato alla stampa da Rifondazione, non colpirebbe aziende, banche e assicurazioni (che è bene ricordare costituiscono comunque l'ossatura economica del Paese e hanno peraltro gli strumenti per tutelarsi) ma privati cittadini che hanno l’unica «colpa» di possedere qualche immobile, acquistato con il proprio lavoro e i propri sacrifici o ereditato da qualche caro. Siamo quindi davanti a una proposta di legge che vuole essere più che un dettame operativo, una dichiarazione di principio contro la proprietà privata.
È il caso di ricordare che non si tratta di «esuberanze» locali, ma di un programma politico nazionale anacronistico, di una forza «di peso» della coalizione che sostiene la candidatura di Romano Prodi e che rispolvera cimeli contrari alla Carta Costituzionale Italiana. Con questo non si vuole negare un problema - quello dell'inserimento abitativo - che esiste ed è stato aggravato dalla Giunta Pericu, che ha svenduto centinaia di appartamenti di proprietà comunale, ma che richiede invece un approccio serio, che è stato uno dei punti principali del progetto «Genova: quali scelte per rinascere» e che verrà approfondito con le realtà sociali e produttive in un tavolo di lavoro previsto per il prossimo mese nell'ambito dello stesso progetto.
Coordinatore metropolitano
Forza Italia - Genova