Proibiti tutti gli interventi entro 300 metri dal mare

La Sardegna adotterà le linee guida governative rendendole però più restrittive. In particolare, sarà introdotto un ulteriore vincolo che impedirà interventi nei centri storici sul mare e in una fascia di 300 metri dalle coste. Per il resto del territorio sardo varranno le disposizioni già note relative all’ampliamento della cubatura (per le abitazioni) o della superficie (per gli altri immobili) fino al 20 per cento e possibilità di abbattere e ricostruire (ampliati fino al 35 per cento) gli edifici realizzati prima del 1989. Come anticipa il governatore Cappellacci nell’intervista sotto, l’adozione del «piano casa» sarà uno dei suoi primi provvedimenti. La Sardegna è in ritardo rispetto al Veneto, la cui giunta regionale ha già varato un provvedimento, a causa del voto anticipato dello scorso febbraio. I nuovi consiglieri regionali sardi sono stati proclamati ufficialmente soltanto martedì 3 marzo, la giunta è stata nominata domenica e si è insediata tre giorni fa, mentre il giuramento di presidente, assessori e consiglieri è previsto per il 19 marzo.