Proietti, Brignano, Arbore: assi delle notti d’agosto

Alessandra Miccinesi

Poker d’assi a Sabaudia. Gigi Proietti, Enrico Brignano, Gianna Nannini e Renzo Arbore sono i nomi delle star che la produzione Ventidieci ha tirato fuori dal cilindro per animare le notti agostane della «città delle dune». Se l’anno scorso era toccato a un incontenibile Fiorello polarizzare l’attenzione dei quasi ottomila spettatori giunti sul litorale pontino per assistere al pirotecnico one-man show del mattatore radiofonico, quest’estate tocca a quattro big del mondo del teatro e della musica contendersi il trofeo dell'artista più gettonato.
Dal 4 al 12 agosto, il cartellone della ristrutturata Arena del Mare-Gusto - posti a sedere in platea e nelle gradinate, diversi punti ristoro, e due maxischermo posti ai lati del palco - mette in cartellone il meglio dell’ultima stagione. Per chi avesse perso l’appuntamento al botteghino si tratta di un’occasione da prendere al volo, anche perché la location marinara che ospita gli eventi è davvero suggestiva.
Si comincia venerdì sera con «Serata d’Onore» recital di Gigi Proietti (versione istrionico affabulatore) che festeggerà i suoi primi quarantuno anni di carriera con il pubblico, accompagnato da un’orchestra di dieci elementi, snocciolando il meglio dei suoi recital. Dagli esordi di «A me gli occhi please» fino al doveroso omaggio, celebrato in chiusura di stagione al Teatro Brancaccio con «Ma l’amor mio non muore», allo spirito acceso di un attore di grande levatura: Ettore Petrolini.
Quella di re Gigi a Sabaudia sarà una lunga cavalcata d’autore effettuata tra spezzoni di commedia, macchiette irresistibili, gab, e canzoni venate di nostalgia. A tenere banco domenica 6 sarà il rock teneramente arrabbiato e dolcemente graffiante di Gianna Nannini, per settimane salda ai vertici delle classifiche discografiche con il suo ultimo album «Grazie». Per la grintosa cantante senese in forma a dir poco smagliante, reduce da una stagione aurea coincisa con il successo della hit «Sei nell’anima» e supportata dai numeri di una tournée estiva sold out, è la conferma che il buon rock («Fotoromanza» e «California») è sempre di moda.
Riflettori puntati su Enrico Brignano, mercoledì 9, per una serata di teatro a metà tra musical e sagace ironia. Il comico romano allevato al laboratorio di Proietti punta l’indice contro le nuove tecnologie, il piccolo schermo, le piccole grandi beghe quotidiane e la smania di diventare famosi a tutti i costi che stanno avvelenando il dna delle famiglie. Nella commedia musicale «Evviva!», scritta da Iaia Fiastri e Enrico Vaime, con musiche di Armando Trovajoli e la regia del compianto Pietro Garinei, Brignano proverà - tra una battuta ficcante, un cambio d’abito e un balletto - la difficile quadratura del cerchio: conciliare la brama di successo con la responsabilità imposta dalla ribalta. Qualunque essa sia.
Gran finale sabato 12 con Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana. Centellinando le date del suo attesissimo tour estivo, il jazzman pugliese rigenerato dal successo della fortunata trasmissione televisiva «Speciale per me» farà tappa nell’arena della perla pontina per proporre sotto le stelle una selezione di canzoni napoletane ricche di tradizione, poesia, e malinconia. L’inizio di tutti gli spettacoli è previsto per le ore 21.30. Biglietti disponibili nelle principali prevendite. (info: 0773/664946 - 472501).