Un proiettile in busta: minacce a due giudici

Catania. Una busta, con gravi minacce e un proiettile, è stata inviata al procuratore della Repubblica di Catania, Mario Busacca, venerdì scorso. Secondo quanto appreso, un’analoga missiva sarebbe stata recapitata l’indomani al giudice del Tribunale fallimentare del capoluogo etneo ed ex sostituto della Dda Giovanni Cariolo. Dei due episodi si è appreso soltanto ieri. Entrambe le lettere sono state inoltrate per posta ordinaria alle segreterie dei due magistrati.
«Non ho paura, ho avvisato dell’accaduto la mia famiglia ma la mia vita non cambierà». È il commento del procuratore della Repubblica di Catania, Mario Busacca, in relazione alla lettera che conteneva minacce, inviatagli venerdì scorso ma della quale si è avuto notizia soltanto in tempi successivi. «Non saranno certo le minacce a fare modificare i miei comportamenti», ha poi aggiunto Busacca, sottolineando che avrebbe «preferito che la notizia non fosse diffusa per evitare di spaventare» i suoi familiari. «Al procuratore Busacca e al giudice Cariolo va tutta la nostra più sentita solidarietà. La grave intimidazione subita fa aumentare nelle istituzioni la preoccupazione per l’azione mafiosa che purtroppo non esita a utilizzare i mezzi più vili» ha detto il presidente della Provincia di Catania, l’europarlamentare Raffaele Lombardo.