Proiettili spediti all’agente Betulla

Libero, Renato Farina. Questa volta i militanti del Fronte rivoluzionario per il Comunismo gli hanno fatto recapitare una busta bianca contenente due proiettili calibro nove e lo stesso volantino dattiloscritto che pochi giorni fa era stato messo all’interno di una scatola depositata durante la notte proprio sotto l’ingresso dell’abitazione del giornalista, in Via Cadore, a Desio. A questo punto, nell’attesa delle decisioni che assumerà domani il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, sotto l’abitazione di Farina è stato disposto un servizio di vigilanza fissa. In pratica un equipaggio di carabinieri staziona giorno e notte in Via Cadore. Nel volantino Farina viene accusato di essere un imperialista e un servo dello Stato.
\