La promessa di Delvecchio: «Una gioia per i nostri tifosi che rimarranno a casa»

La danza giusta per un gol al San Paolo? Gennaro Delvecchio ha già un’ idea ma guai ad anticiparla. «Meglio di no, per scaramanzia…». Ma dove nascono questi balletti? «Viene dalla mia passione per la musica, ce l'ho nel sangue: proprio perché è una manifestazione non controllata che a volte si trasforma in un balletto inguardabile». Carica la squadra per Napoli (« Non vinciamo una trasferta da tanto e abbiamo bisogno di continuità», ammette che l’assenza dell’ ex Maggio può essere un vantaggio («Sarebbe stato motivatissimo») ed è dispiaciuto per l’assenza dei tifosi blucerchiati, bloccati dal Cams. «Peccato davvero, sono semplicemente straordinari: in Lituania sono venuti ad incitarci a squarciagola senza maglietta. Dovunque andiamo, anche se solo alcune centinaia si fanno sentire più dei tifosi avversari. Vogliamo regalargli una gioia anche se non saranno presenti». Intanto, non ci sono buone notizie dall’ infermeria. Lucchini, Pieri e Sammarco sono ancora sotto osservazione da parte dello staff medico e rimangono ancora in dubbio per la trasferta di Napoli. E Mazzarri per completare il reparto difensivo, probabilmente, dovrà arretrare Stankevicius che giocherà sulla fascia destra.