Promessi sposi? «In mutande»

I futuri sposi Tony e Laura sono stanchi delle «difficoltà che una giovane coppia deve affrontare se marito e moglie vuole diventare» hanno simbolicamente testimoniato in rime e in abito nuziale con mutande in bella vista. «Al solo pensiero delle nozze - hanno spiegato alla vigilia di San Valentino - ci siamo ritrovati così». Protesta in onda anche sul blog www.promessisposi.blog.com. Laura, maestra d’asilo, e Tony, giardiniere, si sentono «dei moderni Renzo e Lucia». «Con uno stipendio modesto, un affitto da pagare, altro che matrimonio da sogno: al risparmio».