Promotori Rivoluzione Brambilla: adesioni aperte anche ai non tesserati

L’organizzazione dei militanti del Popolo della Libertà cambia il proprio regolamento e apre a tutti gli italiani che desiderano scendere in campo a fianco del premier. Con una novità fondamentale: d’ora in avanti non ci sarà più bisogno di avere una tessera del partito per potersi iscrivere ed entrare a fare parte della “guardia scelta” del presidente, ma saranno accolte le adesioni anche dei soli simpatizzanti. La rivoluzione dell’ala movimentista del partito arriva all’indomani del vertice del Pdl a Palazzo Grazioli con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per rilanciare l’immagine del governo. Si parte dal territorio coi Promotori della Libertà, organo ufficiale del partito coordinato dal ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, con l’obiettivo di aumentare l’efficacia della propria azione negli oltre 60mila dipartimenti elettorali. L’invito è rivolto a tutti i cittadini di ogni età, professione e ceto sociale che vogliono sostenere il premier e «difendere i loro diritti, i loro interessi e la loro libertà». Per iscriversi basta andare direttamente sul sito www.promotoridellaliberta.it o compilare i moduli di iscrizione scaricandoli dall’homepage. Non solo, nascono anche i circoli o Gruppi dei Promotori della Libertà. «Ai Promotori della Libertà che invece intendono svolgere una vera e propria militanza di partito - si legge nella nota - con tanto di iscrizione al Pdl, è riservata la possibilità di costituire propri Gruppi ai quali fare aderire anche semplici simpatizzanti iscritti all’organizzazione (per un minimo di dieci persone) che appartengono al medesimo territorio».