Pronta a valutare l’offerta di Us Airways

Scadeva ieri il termine ultimo entro cui i creditori di Delta Airlines dovevano votare sul piano di ristrutturazione della compagnia aerea di Atlanta. La società ha messo in conto un consenso non unanime, ma ritiene che «il programma sarà alla fine approvato», come ha reso noto la portavoce Betsy Talton. Una volta che sarà uscita dal regime di amministrazione controllata alla fine di aprile, Delta dovrà fronteggiare nuovi problemi causati dal possibile incremento dei prezzi del petrolio, ma anche da una riduzione della domanda. Come ricordato dal Wall Street Journal, la compagnia potrebbe valutare l’offerta ostile di acquisizione da parte di Us Airways Group per 9,5 miliardi di dollari. «Dobbiamo continuare a restare focalizzati sulle cento cose che non abbiamo fatto durante il periodo di amministrazione controllata», ha detto il direttore operativo di Delta, James Whitehurst. Gli investitori sono in attesa di segnali di conferma sul fatto che «la società non ha fatto promesse che non può mantenere», ha dichiarato il direttore finanziario Edward Bastian. Delta Airlines ha perso ieri oltre il 16%.