Pronti contro termine o Buoni del Tesoro per dormire sonni tranquilli

I Bund tedeschi hanno il vantaggio di avere il credito migliore sul mercato

«Angelo Drusiani, responsabile delle gestioni della banca Albertini Syz, è uno dei maggiori specialisti italiani nel reddito fisso. Della prudenza ha dunque fatto una professione. Secondo il gestore, ora una delle scelte d’investimento migliori sono i pronti contro termine, contratti bancari, con scadenza tre mesi, basati sui titoli di Stato ma leggermente più remunerativi di Bot e Cct. «Danno dei buoni risultati, fino al 5% annuo», dice il gestore. Un’alternativa, meno remunerativa ma ancora più «tranquilla», se proprio non ci si vuole fidare ad avere una banca come controparte, è quella dei titoli di Stato. In particolare i Bund tedeschi, che hanno attualmente il merito di credito migliore sul mercato.
Il rendimento netto annuale per queste obbligazioni è attorno al 3%. «Rendono un po’ di più, circa 80 centesimi, i nostri Btp decennali, che hanno un rating più basso, ma rappresentano un’occasione; il rendimento è salito in relazione ai timori di un deterioramento del bilancio pubblico».
Riguardo le azioni Drusiani ritiene che vadano tenute in portafoglio solo se si ha un’ottica di lungo periodo: in Borsa il fondo non è stato ancora toccato.