Pronti i primi due volumi dell’edizione nazionale

Saranno presentati lunedì davanti al presidente Napolitano E oggi a Roma si apre un convegno internazionale di studi

Le celebrazioni dell’«anno gramsciano», in occasione dei 70 anni della morte di Antonio Gramsci, si aprono oggi a Roma con un convegno internazionale di studi, che proseguirà anche domani, dal titolo Gramsci, le culture e il mondo, promosso dalla Fondazione Istituto Gramsci e dall’International Gramsci Society. Presieduto da Giuseppe Vacca, dell’Istituto Gramsci, avrà come ospiti decine di studiosi italiani e stranieri. Obiettivo del convegno è quello di individuare l’influsso del pensiero di Gramsci a livello internazionale, dal momento che l’intellettuale sardo è, con le 15mila pubblicazioni che lo riguardano, uno dei pensatori più studiati al mondo. E dopo quasi dieci anni di intenso lavoro comincia quest’anno la pubblicazione dell’Edizione nazionale degli scritti di Antonio Gramsci, prevista in 25 volumi, a cura dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani. La presentazione dei primi due volumi avverrà lunedì prossimo alla presenza del capo dello Stato Giorgio Napolitano, al Teatro comunale di Oristano. Si tratta degli inediti Quaderni delle traduzioni, composti in carcere da Gramsci tra il 1929 e il ’32, pubblicati a cura di Giuseppe Cospito e Gianni Francioni.
Il settantesimo anniversario della morte è anche occasione di riedizioni e novità in libreria. Da Einaudi tornano i classici Quaderni del carcere, edizione critica in quattro volumi (Einaudi tascabili, pagg. LXXII 3.370, euro 55) curata da Valero Gerratana. Sempre da Einaudi Nel mondo grande e terribile. Antologia degli scritti 1914-1935, a cura di Giuseppe Vacca (pagg. XCIV-322, euro 13). Questa antologia offre un’idea complessiva del pensiero di Gramsci attraverso una selezione mirata dagli scritti giornalistici e dai Quaderni del carcere: ne scaturisce il profilo di un classico del pensiero politico del Novecento, che ha messo a fuoco in modo esemplare i mutamenti del mondo della prima metà del secolo passato. Ancora Vacca pubblica, con Angelo Rossi, Gramsci tra Mussolini e Stalin (Fazi editore, pagg. 250, euro 19), mentre sempre legato al periodo della reclusione è il libro Solitudine di Gramsci. Politica e poetica dal carcere di Bartolo Angiani (Donzelli, pagg.XX-332, euro 26).