«Pronti a votare progetti di qualità su 66 aree»

Il 13 settembre riprendono i lavori dell’aula su urbanistica e bilancio, ma le commissioni saranno al lavoro già dal 5: «Per il ticket i consiglieri sono coinvolti ma non per decidere»

«Avanti tutta con urbanistica e bilancio». Il presidente del consiglio comunale Manfredi Palmeri si prepara a suonare per il secondo anno la campanella dell’aula, prima seduta convocata per giovedì 13 settembre ma commissioni al lavoro già da mercoledì 5. Tra i temi «caldi» rimasti in sospeso prima della pausa estiva, la delibera di urbanistica che riguarda «l’adozione delle varianti al piano regolatore per alcune zone omogenee classificate come B2».
Tradotto?
«Si tratta di interventi su 66 aree di particolare rilevanza storica, architettonica e ambientale, per un totale di 4,3 milioni di metri quadrati. Una prima delibera, approvata a luglio, era ancora più consistente perché riguardava 62 aree ma copriva un’area di 5,7 milioni di metri quadri. La nuova strategia di recupero che abbiamo avviato può contare su procedure urbanistiche più snelle. Ed importante che accanto alla realizzazione dei grandi progetti che cambieranno il volto alla città si punti alla qualità dei progetti anche sulle piccole aree».
Si ritorna a parlare anche di bilancio?
«La prima seduta prevede l’esame di 7 ordini del giorno collegati al bilancio di previsione 2007. Entro il 30 settembre invece siamo obbligati ad approvare il riequilibrio di bilancio 2007, che consente di “fotografare” fino a che punto è stato attuato il programma dell’amministrazione e di correggere eventualmente delle voci di spesa per portare a termine gli obiettivi entro fine anno».
Sull’affaire del ticket d’ingresso, invece, il consiglio non ha più voce in capitolo?
«A settembre sarà di nuovo coinvolto, ma non per deliberare perché la fase decisionale si è chiusa lo scorso 20 luglio in giunta. Parecchi consiglieri chiedevano di poter intervenire in merito, ma ho verificato con la segreteria comunale che solo giunta, e non l’aula, è legittimata a decidere sul pedaggio. Detto questo, l’assessore alla Mobilità Edoardo Croci ha dato la propria disponibilità ad illustrare la delibera in commissione e la convocherò a settembre. Chi lo desidera, potrà far sentire la propria voce in quella sede».
Tra le mozioni e gli ordini del giorno rimasti in sospeso ci sono anche gli sgomberi rom e le leggi a favore delle coppie di fatto.
«Su entrambi i temi i lavori, in commissione sono proseguiti in modo spedito quindi i provvedimenti torneranno presto in aula. Sulle coppie di fatto mi auguro che si possa riprendere un confronto sereno sull’argomento, trovando delle risposte condivise, che vadano al di là degli aspetti ideologici dei singoli partiti ma nell’interesse di alcuni aspetti della nostra società».