Pronto, chi ascolta?

Più di 270mila persone sono state spiate attraverso i cellulari negli ultimi tre anni. Una media di 90mila persone l’anno, per una spesa di oltre 800 milioni di euro dal 2004 a oggi. Tralasciando il pur ragguardevole dato economico, lo spreco di tempo e di risorse, le migliaia di brogliacci mandati al macero perché «penalmente irrilevanti» e le altrettante migliaia finiti sui giornali perché «giornalisticamente appetibili», vengono i brividi a pensare a quante persone ignare siano state intercettate almeno una volta. Per la serie «Pronto, chi ascolta?».