Pronto un comitato per varare la Festa del Pdl a Milano

«Bisogna ammetterlo, siete più bravi di noi. E bisogna venire a Rimini per vedere la nuova Festa dell’Unità». La bordata arriva dal Meeting, dalla kermesse ciellina. A lanciarla, seppur col sorriso stampato in volto, non è proprio l'ultimo dei compagni. Ugo Sposetti (nella foto), da ex tesoriere, di feste diessine ne ha gestite tante. Ma adesso, tra lo stupore del collega democratico, Ermete Realacci, e il compiacimento dell’azzurro Maurizio Lupi, tira una stoccata niente male. E così, il deputato del Pd ringrazia gli organizzatori per la celerità con cui gestiscono il repentino cambio di programma, che non prevedeva la sua presenza alla conferenza stampa dell’Intergruppo parlamentare per la sussidiarietà. Ma non finisce qui. Una cronista gli chiede un commento sulla mission americana di Veltroni & co., volati alla Convention di Obama: «Che dire? Beati loro… ».