Pronto alla fuga verso il Brasile: finisce in manette

Stava organizzando la fuga in Brasile, il 26enne pregiudicato tossicodipendente di origine pugliese, Mirko Cito, arrestato ieri mattina nella sua casa di Pieve Emanuele dagli investigatori della sezione omicidi della squadra mobile. L’uomo sarebbe l’autore della sparatoria avvenuta la notte dello scorso 26 giugno sui Navigli, in via Gola, davanti al locale, frequentato soprattutto da transessuali «Brasil Samba». Quella sera due travestiti brasiliani e due italiani, che si trovavano fuori dal locale per fumare una sigaretta, vennero colpiti da alcuni proiettili esplosi da un'auto in corsa. Due dei feriti, un italiano e un brasiliano, raggiunti dai proiettili alla schiena e al collo, vengono trasportati all'ospedale e ricoverati in prognosi riservata. Gli investigatori sono risaliti a lui grazie alla sua vettura, una Smart, ritrovata abbandonata subito dopo la sparatoria e seguendo i suoi spostamenti in Francia e in Italia.