Pronto intervento La Croce rossa non divorzia dal servizio 118

Accordo raggiunto fra assessorato alla Sanità della Lombardia, Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) e Croce rossa, che non abbandonerà dunque il servizio regionale di pronto intervento. È stata sottoscritta un’intesa che prevede la proroga del contratto fino al 31 dicembre 2011. Per il 2012 verranno selezionate 300 postazioni e a cui la Croce rossa concorrerrà con le altre croci. «Si è gridato al lupo al lupo - commenta l’assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani- ma la Croce rossa non ci abbandona e per questo abbiamo lavorato sodo». La proroga della convenzione fra Croce rossa regionale e Areu per tutto il 2011, scongiurando il blocco delle ambulanze e l’uscita della Cri dal servizio di emergenza regionale, conferma i posti di lavoro dei 600 dipendenti a tempo indeterminato della Cri.