Pronto l’accordo con la Svizzera: aumentano i treni Lugano-Malpensa

D’ora in avanti aumenteranno i collegamenti con la Svizzera. Turisti e pendolari potranno contare sul potenziamento dell’offerta ferroviaria tra Canton Ticino e Lombardia, la futura linea Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa, l’orario sull’asse nord-sud (Zurigo-Milano) e la verifica - una volta all’anno - del raggiungimento degli obiettivi concordati. Sono questi, riferisce la Regione, i termini dell’accordo dei Castelli firmato a Bellinzona dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, con il direttore del dipartimento del Territorio del Cantone Ticino, Marco Borradori, il ceo delle Ferrovie federali svizzere, Andreas Meyer, l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Italiane, Mauro Moretti, quello di Trenord, Giuseppe Biesuz, e il coordinatore regionale Ffs Sud, Roberto Tulipani.
«Questo accordo - spiega l’assessore Cattaneo - fa seguito al percorso già intrapreso con l’Accordo operativo del 2008, che ha portato a sviluppare un servizio ferroviario transfrontaliero coordinato con il prolungamento della linea S10 ticinese fino a Como e Albate, l’istituzione della nuova linea S11 Milano Porta Garibaldi-Chiasso e la progettazione di un orario coordinato Bellinzona-Gallarate attraverso la stazione internazionale di Luino, oltre ai collegamenti Regio Express verso Milano Centrale». «Con l’accordo di oggi - ha proseguito - dimostriamo soprattutto con i fatti che le nostre frontiere non ci dividono».