PRONZATO & COMPAGNI

Caro Dott. Lussana, quelli di sinistra talvolta sanno davvero come comportarsi (si fa per dire...). Prendiamo il caso di Franco Pronzato, manager genovese, membro del consiglio di amministrazione Enac e da sempre iscritto nel Pd, nonchè consulente di PierLuigi Bersani per il settore trasporti. Due ore dopo che si è diffusa la notizia del suo arresto (da garantista gli auguro di uscire pulitissimo dall'inchiesta in corso) già chi lo aveva avuto al suo fianco è stato colto da crisi di amnesia acuta.
A stento ricordano di averlo conosciuto, primo tra tutti Claudio Burlando, Pd, Presidente della Regione Liguria, che dichiara «Io e Pronzato? Siamo lontani da anni». E lo stesso Bersani, che del Pd è ancora, almeno così pare, segretario: «Lavorava al ministero dei Trasporti anche prima che arrivassi io». Davvero peculiare, questa magistratura inquirente, che riesce a cambiare nome e cognome agli indagati per renderli irriconoscibili. Un paio di giorni fa, senza rendersene conto, hanno creato il carneade del Secolo ventunesimo...
Camogli