Propaganda Raddoppiate le postazioni per i manifesti

La giunta comunale ha approvato ieri le località di installazione dei tabelloni per la propaganda elettorale relativa alla convocazione dei comizi per l’elezione del presidente della Regione Lazio e del Consiglio regionale, indetti per il 28 e 29 marzo 2010. Sulla base delle precedenti consultazioni, nel rispetto dei limiti fissati dalla legge e per consentire un’informazione capillare e decentrata, sono state autorizzate mille postazioni in tutto il territorio cittadino. «Rispetto alle precedenti elezioni europee abbiamo raddoppiato il numero degli impianti elettorali - spiega l’assessore alle Attività produttive, Davide Bordoni - per evitare che vengano posizionati manifesti in sedi improprie o, peggio, attaccati sopra i muri a deturpare l’arredo urbano. Il sindaco ha inoltre inviato una lettera a tutti i partiti invitandoli a rispettare un codice etico. Ogni affissione effettuata con modalità diverse da quelle definite costituisce comportamento illecito sanzionabile per il quale risponde, oltre al soggetto trasgressore, anche il soggetto pubblicizzato».