Arriva alla Camera la legge taglia-stipendi dei politici

I parlamentari italiani percepiscono un'indennità di 5 mila euro in più ricevono una diaria, per il rimborso delle spese di soggiorno a Roma, più altri rimborsi per viaggi e spese telefoniche. I Cinque Stelle vogliono tagliare i costi

Approda nel pomeriggio alla Camera la proposta di legge della pentastellata Roberta Lombardi, sul dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, volto a ridurre i costi della politica. Il provvedimento, però, licenziato dalla Commissione senza mandato al relatore e senza esame degli emendamenti, è destinato ad non avere vita facile in partenza.

"Con l'approvazione della nostra proposta di legge si farebbero risparmiare circa 87 milioni di euro ai cittadini - affermano i deputati 5 Stelle della commissione Affari Costituzionali in una nota - E questa cifra, comprensiva del dimezzamento delle indennità e della riduzione delle spese, che avranno l'obbligo della rendicontazione, supera di 30 milioni di euro il risparmio stimato della riforma Boschi".

Il Pd, però non è d'accordo e vede nel provvedimento grillino, una mossa "demagogica", soprattutto per la tempistica della richiesta del voto sul testo: prima del risultato del referendum e prima del relativo taglio dei costi delle indennità dei sentaori che la vittoria del sì al referendum comporterebbe.

Ma cosa prevede veramente il testo del disegno di legge?

Indennità

L'indennità per i membri del Parlamento, prevista dal nuovo decreto sarebbe di 5.000 euro lordi mensili ed erogata per dodici mensilità. Ai senatori e deputati non verrebbe riconosciuta più nessuna indennità aggiuntiva, emolumento o rimborso di spese.

Rimborso spese soggiorno o viaggio

Ai membri del Parlamento, tranne a quelli che risiedono a Roma, verrebe riconosciuto un rimborso delle spese di soggiorno e di viaggio entro il limite massimo di euro 3.500 mensili. Secondo il nuovo decreto, l'estratto conto dllee spese deve essere pubblicato nel sito internet della Camera di appartenenza del membro del Parlamento con cadenza mensile. In più dal rimborso verrebbero scalati ogni giorno di assenza del parlamentare.

Rimborso spese per esercizio mandato / Indennità per la cessazione del mandato

Ad ogni membro del Parlamento, verrebbero riconosciuti 3.690 euro mensili a titolo di rimborso delle spese per l'esercizio del mandato rappresentativo e la retribuzione di collaboratori. E ai membri del Parlamento cessati dal mandato per qualsiasi causa spetta un'indennità il cui importo è commisurato all'importo dell'indennità da parlamentare (5.000 euro) e alla durata complessiva del mandato rappresentativo svolto.

Sistema previdenziale

Nel nuovo decreto il sistema previdenziale applicabile ai membri del Parlamento è basato sul metodo di calcolo contributivo, con diritto al pensionamento al compimento del sessantacinquesimo anno di età e dopo almeno cinque anni effettivi di esercizio dell'attività parlamentare. A tal fine, i parlamentari versano un contributo pari all'8,80 per cento dell'indennità lorda.

Congedo maternità parentale

Ai membri del Parlamento si applicano, per quanto compatibili, le norme in materia di congedo di maternità, congedo di paternità e congedo parentale, garantendo fino al terzo anno di vita del bambino, un'indennità pari al 30 per cento per un periodo massimo complessivo tra i genitori di sei mesi.

Trasparenza, controlli e sanzioni

Nella pagina personale di ciascun membro del Parlamento devono essere pubblicati, con aggiornamenti bimestrali: il complesso delle indennità riconosciute al membro del Parlamento, il numero dei giorni per i quali, nel corso del bimestre, il membro del Parlamento è risultato presente alle sedute dell'Assemblea e delle Commissioni e ha ottenuto il riconoscimento del rimborso delle spese di soggiorno e di viaggio, a la rendicontazione delle spese rimborsate. Ove siano accertate irregolarità, l'Ufficio di Presidenza irroga una sanzione compresa tra il doppio e il quadruplo delle somme che risultino indebitamente imputate a carico dei fondi messi a disposizione del membro del Parlamento.

Commenti

Libertà75

Lun, 24/10/2016 - 13:59

se non c'è da farci su la cresta, il PD voterà contro

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 24/10/2016 - 14:13

Troppo facile ! :-)

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 24/10/2016 - 14:18

Ne vedremo delle belle, per non dire balle.

Finalmente

Lun, 24/10/2016 - 14:32

nella mia azienda, quando si parla di note spese e rimborsi, poco ci manca che ti chiedano di presentarti con il direttore dell'albergo, che testimoni a tuo favore se hai consumato o meno un cicchetto del minibar. Questi spendono soldi per i gratta e vinci e li mettono in nota, per la nutella, ricordo uno che ha scaricato la Play Station per i figli... ma il senso del pudore non l'hanno mai avuto ? Io non credo diventerò mai politico, mi farebbe schifo lavorare con quella gente, il rischio di sputargli in faccia ogni 5 secondi è irresistibile, ma quello che mi chiedo è se questi un tempo potevano avere una parvenza di onestà e sono cambiati vivendo stando a stretto contatto con la politica, o se sono sempre stati dei farabutti, che senza alcuna remora hanno sempre vissuto sulle spalle di altri.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 24/10/2016 - 14:34

Il PD che parla di Demagogia? Sono mesi che il loro capo non fa altro che fare il demagogo. Sono talmente ottusi, quelli di sinistra, che forse farebbero bene una volta tanto a seguire il M5S, perché altrimenti daranno un'arma in più ai promotori del NO per votare NO. Sono banali ma soprattutto ipocriti.

Ritratto di allàAlbàr..

allàAlbàr..

Lun, 24/10/2016 - 14:39

la CASTA non rinuncerà MAI ai suoi privilegi, non rinunceranno MAI volontariamente ad un solo euro

PEPPINO255

Lun, 24/10/2016 - 14:41

Il PD NON LA VOTERA' MAI.... C'è qualcosa più lontano nel tempo di "MAI "?!?!?

potaffo

Lun, 24/10/2016 - 14:58

Voglio proprio vedere chi vota contro. Altro che riforma del senato.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 24/10/2016 - 15:19

Solo 5000 €? Avevo altre cifre. Comunque al netto delle tasse, ovviamente, più altre indennità di cui non si parla, destinate agli "aiutanti, ma di fatto intascate da loro.

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Lun, 24/10/2016 - 15:21

Qui vi voglio vedere cari compagni(PD) se volete veramente cambiare le cose,la costituzione verrà dopo da un governo eletto democraticamente,e a quelli che dicono che la democrazia costa,rispondo giusto che costi ma non sempre ai soliti.....

unosolo

Lun, 24/10/2016 - 15:22

è in programma prima ancora di approdare alla camera il respingimento alle commissioni dove il PD ha le sue maggioranze per caMBIARE O INSABBIARE , QUINDI STATE SERENI CI FREGANO ANCORA .

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 24/10/2016 - 15:31

E' una proposta sbagliata?....Certo la si potrebbe migliorare(spendendo ancora di meno),ed applicarla a TUTTE le cariche PUBBLICHE,strapagate,piene di benefits,di vitalizi,di privilegi economici vari!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 24/10/2016 - 16:22

Ghedini, il super assenteista...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/10/2016 - 16:26

Illusi. Non lo faranno mai. De facto.

Renato2

Lun, 24/10/2016 - 16:53

Dovrebbero prendere lo stipendio in base alle presenze. Chi lavora mangia, chi no digiuna. Tipo di Maio con il 37% di presenze in Aula, prenda il 37% di stipendio.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 24/10/2016 - 16:57

C'è in ballo un referendum,sono tutti buoni in questo periodo,forse si levano pure lo stipendio,ma siccome deve passare attraverso le varie votazioni non si approderà a nulla che sia peggio di prima.Vi ricordate come andò a finire il referendum per il FINANZIAMENTO ai PARTITI ?????Fu sostituito nelle parole col contributo elettorale.Ci sono troppi farab.........

VESPA50

Lun, 24/10/2016 - 16:59

Sapete quando i nostri politici si renderanno conto che la goccia sta per far traboccare il vaso? Quando il popolo, che ne ha le palle piene, comincerà a ribellarsi. E state tranquili che fra qualche tempo basterà una scintilla per far divampare un incendio e non basteranno tutti i pompieri d'Italia per domarlo

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Lun, 24/10/2016 - 17:05

Il Debito statale -> debito sovrano -> debito pubblico -> debito dei cittadini, oggi è arrivato 2.354 Mrd. che fretta c'è tagliare stipendi dei politici!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 24/10/2016 - 17:25

Votassero la pace nel mondo avrei piut fiducia.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 24/10/2016 - 17:49

Sono certo che voteranno in favore,sono ansiosi di ridursi gli stipendi,urca se desiderano dimezzarsi gli stipendi....non vedono l'ora.

Trinky

Lun, 24/10/2016 - 18:15

discussione inutile perchè tanto sarà bocciata.....

Jon

Lun, 24/10/2016 - 18:29

E per cosa paghimao tutti questi cialtroni che non fanno nulla per il Paese, ma seguono le indicazionid i Obama e della Merkel..! Mandiamoli a casa, almeno risparmiamo i soldi..!! Siamo una colonia e possimao solo dire di si...

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 24/10/2016 - 18:43

Certo, certo così è la demagogia dei beneficiati grillini, in un bilancio annuo dello stato di circa 800 miliardi. Ne beneficeranno sicuramente invalidi, giovani disoccupati, poveri cristi che diventano poveri. Ma soprattutto sarà soddisfatto l'inconscio da rivoluzione francese, taglia-teste, che alberga, in misura più o meno grande, in tutti noi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/10/2016 - 19:01

Il PD dice che è una mossa demagogica? Pudore? Niente? Questi sarebbero gli amici e i difensori dei lavoratori? Ppprrrrrrrrrrrr.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/10/2016 - 19:04

Sinistri, guardate cosa avete votato, avevano detto facciamo di qui,facciamo di là, e vi hanno bidonato ben bene, ma non è colpa vostra, non ci arrivate, oppute volevate fare dispetti al cdx, anche se vi autoinchiappettate. Bene questi signori li avete votati voi, visto che risultati? A voi tagliano, loro niente, senza ritegno. Mica li vorrete votare un'altra volta? E' vero che i cojones viaggiano in copia, ma farsi bidonare due volte di fila è proprio da polli.

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 24/10/2016 - 19:35

sarebbe troppo bello che questo passasse , questa banda di vermi che si oppongono sono solo dei volgari ladri

Gualtiero72

Lun, 24/10/2016 - 23:50

La proposta tagli stipendi del m5s e' stata bocciata.tutte le forze politiche si sono battute con forza per difendere il loro stipendio di 10.000 euro al mese. Avreste dovuto vedere come si sono imbrutaliti e come hanno lottato per non farla passare. Se lottassero così anche per il bene dell'Italia saremmo il paese più ricco del mondo. Invece siamo il paese con i parlamentari più ricchi del mondo. La pagheranno alle prossime elezioni e finalmente andranno a lavorare sul serio. A questi fancazzisti non interessa niente dei pensionati a 400 euro al mese o dei padri di famiglia senza lavoro. Hanno tradito la fiducia del popolo e per lo più lo prendono per i fondelli. In televisione e' rigorosamente vietato parlare di quello che è' successo oggi. Gli pseudo giornalisti si occupano di quello che promette Renzi commentando per ore il nulla. Eppure molta gente crede ancora a questi bugiardi. Il silenzio della ragione genera mostri.buonanotte a tutti

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mar, 25/10/2016 - 16:57

Vorrei far pacatamente notare che molti parlamentari vengono da posizioni e professioni, anche prestigiose, ben più remunerative dei compensi che hanno da eletti. Naturalmente se si vorrà che la classe legislativa sia fatta da personaggi in cerca di lavoro allora vanno bene anche 1.500 euro al mese, anche lordi. Cosa ampiamente bene accetta ai parvenu della politica a 5 stelle? il tragico dei novelli rivoluzionari taglia-teste è che molti di loro sono disoccupati sul mercato del lavoro e quindi predisposti demagogicamente alla ghigliottina.