Proposta Merlo chiede l’Autorità dei trasporti

«È il momento di rilanciare la proposta per la candidatura di Genova come sede dell’Autorità nazionale dei trasporti»: a sottolinearlo è il presidente dell’Authority di Palazzo San Giorgio, Luigi Merlo, nell’evidenziare «tutti gli elementi che palesano la necessità di un organismo nazionale in grado di dettare regole e di esercitare funzioni di controllo non esclusivamente di ordine burocratico»: tra questi, la rivoluzione in atto nel mondo armatoriale e portuale con ipotesi di concentrazioni e di creazione di veri e propri monopoli logistici locali e nazionali derivanti dalla crisi mondiale; l’inadeguatezza ormai palese della normativa in materia di gestione di aree demaniali con mancanza di efficaci poteri sanzionatori; la necessità di liberalizzare realmente mercati come quello ferroviario; la paradossale vicenda che si registra nella privatizzazione di Alitalia con la mancata messa in disponibilità degli slot inutilizzati. «Genova – ribadisce Merlo - ha la storia, la potenzialità e il patrimonio di conoscenze per candidarsi a svolgere questa funzione, magari insieme a Torino come era stato già ipotizzato da Confindustria Liguria e Piemonte, e sarebbe bello sarebbe se su questo l’impegno della politica prescindesse dagli schieramenti».