É proprio bello vedere Miccoli che soffre nel fare gol al suo amato Lecce

L'attaccante del Palermo ha chiarito il giallo della sostituzione: «Non ho chiesto di uscire, il mister mi ha visto un po' isolato e ha deciso, per il mio bene e per il bene della squadra. De Canio mi ha chiamato il 31 gennaio per offrirmi di tornare in Puglia in prestito»

Il racconto del caso Miccoli dovrebbe diventare una bella favola ed essere raccontata nelle scuole calcio d'Italia. Perchè ha la capacità di cancellare dalla scena ogni livore, ogni polemica, ogni tensione e di restituirci un po' di quell'aria fresca e pura diu cui tutto il movimento ha bisogno in queste settimane. É successo questo, per ricapitolare: Miccoli, durante Lecce-Palermo, ha fatto gol alla sua squadra del cuore e della sua città, e subito dopo l'intervallo è stato sotituito da Delio Rossi perchè scoperto in evidente disagio psicologico. Sapeva che stava condannando i suoi alla serie B e questo gli pesava maledettamente sul cuore più che sui muscoli.
Miccoli ha atteso qualche giorno prima di tornare a parlare e di spiegare quel che è accaduto. E cioè che in effetti la sostituzione, a quel punto della partita, era quasi un atto dovuto perchè l'allenatore lo aveva visto sotto choc. E il cambio ha giovato sia a lui, Miccoli cioè, che alla squadra perchè poi ha vinto comodamente 4 a 2.
L'attaccante del Palermo ha svelato un altro retroscena rimasto finora segreto. E cioè l'ultimo giorno di calcio-mercato, il 31 gennaio, lunedì, l'allenatore del Lecce Gighi De Canio lo ha chiamato al telefono chiedendogli la disponibilità a trasferirsi, in prestito per 5 mesi, dal Palermo al Lecce. «Dovevo andare io dal presidente Zamparini a presentare una richiesta del genere. Non me la sono sentita, francamente» ha confessato l'attaccante pugliese che ha sempre promesso di tornare a casa, a Lecce cioè, a concludere la sua carriera.
Fabrizio Miccoli non lo sa ma raccontando questo retroscena e la sua reazione ha dimostrato cento volte di essere uomo e degno del sentimento che accumuna i tifosi del Palermo a quelli del Lecce.