Prorogate le iscrizioni per gli ex fabbricati rurali

Per gli edifici che non sono mai stati riportati al Catasto Fabbricati e per i fabbricati rurali che hanno perso i requisiti di ruralità (sostanzialmente quelli a servizio di aziende agricole) che devono essere iscritti come fabbricati urbani (con assegnazione di rendita catastale e conseguente obbligo degli adempimenti fiscali Irpef e Ici) per i quali l'Agenzia del Territorio ha pubblicato i primi elenchi sul sito www.agenziadelterritorio.it, i cui termini scadevano entro i novanta giorni da detta pubblicazione, in applicazione al decreto denominato «Mille proroghe» del dicembre 2007, convertito in legge il 28 febbraio scorso, sono stati prorogati i termini per i suddetti adempimenti al 31 ottobre 2008.
Qualora, trascorso detto termine, i proprietari che non avranno ottemperato autonomamente all'iscrizione al Catasto, le Agenzie del Territorio di competenza provvederanno all'iscrizione d'ufficio, con applicazione delle sanzioni e degli oneri tecnici sostenuti.
Sono compresi tutti gli edifici, cascine, casolari anche non più utilizzati e comunque quelli anche parzialmente diroccati o privi di impianti o strutture che rendono gli immobili non più fruibili. In tal caso si avrà solo l'obbligo di iscrivere il manufatto in questione al Catasto fabbricati, ed il tecnico che predisporrà la pratica dovrà inserire l'immobile nella speciale categoria privo di dati di classamento, ossia senza rendita e pertanto esonerati dai pagamenti dei tributi.
*geometra