PROSCIOLTO DALLA GIUSTIZIA ITALIANA

Il Vaticano ha preso in esame i diversi aspetti emersi con la vicenda di don Lelio Cantini, il sacerdote fiorentino accusato di abusi sessuali su minori. E per farlo ha fatto appello anche alla giustizia penale. La procura di Firenze ha infatti ricevuto, nel corso dell’indagine, «richiesta di rogatoria da parte del Promotore di Giustizia presso il Tribunale della Congregazione per la Dottrina della Fede del Vaticano». Da pochi giorni, su richiesta del pm Paolo Canessa, il gip ha archiviato per prescrizione l’inchiesta su don Cantini.